post

Incontro virtuale per gli Under 10

GIOIE CHE DURANO NEL CUORE

In una mite domenica novembrina, che in un periodo “Normale” avrebbe visto i giovani galletti di Mister Angelo correre sui campi da calcio dell’Alto Milanese, la squadra dei Pulcini Under 10 si è ritrovata virtualmente per salutarsi.
 
La voglia di tornare alla normalità è tanta, purtroppo le restrizioni imposte dall’emergenza COVID-19 non lo permettono, nonostante il lodevole impegno della Società che ha cercato in tutti i modi di garantire lo svolgimento degli allenamenti.
 
Mister e Dirigenti hanno spronato tutti gli atleti a non demoralizzarsi:

niente come lo sport sa dare gioie pazzesche che durano un attimo, e bisogna farle durare nel cuore.

 

#NeverGiveUp

 

Grazie per la corrispondenza a  Lironi Alessandro.
Testo Raccolto da: G.S.  

post

COMUNICATO CRL 26/10/2020

« CAMPIONATI AL VIA NEL 2021  »

Comunicazione del  26 ottobre 2020 

I recenti provvedimenti, regionali prima e governativi poi, con i quali è stata disposta la sospensione dell’attività dilettantistica e giovanile regionale, hanno trovato la contrarietà dell’intero movimento sportivo, che, dopo essersi adeguato a protocolli rigidissimi a tutela della salute e della sicurezza di tutti i tesserati, respinge il ruolo di fonte di contagio che i mirati provvedimenti di chiusura vorrebbero sottendere. Non fa eccezione il Comitato Regionale Lombardia, che ha da subito manifestato fiera opposizione allo stop inizialmente imposto dalla Regione Lombardia e successivamente dal Dpcm del 24 ottobre che ha sancito il blocco nazionale dell’attività a tutti i Comitati Regionali.

Non di meno, la chiusura forzata che il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ha fissato, salvo ulteriori proroghe, al 24 novembre 2020 ha comportato la necessità di ripensare completamente lo svolgimento dei campionati 2020/2021. “Nella riunione odierna abbiamo preso atto delle norme recentemente emanate e posto alcuni punti fermi sull’evoluzione della stagione – afferma il presidente del CRL Giuseppe Baretti -. In particolare, lo stop fino al 24 novembre, senza la garanzia che nemmeno dopo quella data l’attività possa subito ripartire, ci obbliga a rinviare all’inizio del 2021 la ripresa.
Considerato infatti che, anche in ipotesi di riapertura al 25 novembre, servirebbero alle squadre almeno due settimane di preparazione per scendere poi nuovamente in campo, si arriverebbe in pratica a ridosso delle Festività Natalizie e di fine d’anno e cioè ad una ulteriore sosta.
Per questo, abbiamo determinato che la ripresa ufficiale dell’attività non avvenga prima di Gennaio 2021, mese che vorremmo dedicare ai recuperi delle gare non disputate nelle prime tre giornate di andata ed eventualmente alle manifestazioni di Coppa, per poi a febbraio riprendere i campionati da dove avevamo chiuso”
.

La data per la ripartenza dei campionati è dunque stata individuata in Domenica 7 Febbraio, nella quale si riprenderà dalla quarta giornata di andata tenendo ovviamente buoni i risultati acquisiti nelle tre precedenti giornate già disputate.
Quanto al format che a quel punto verrà utilizzato, importante sarà il contributo delle società. “Vogliamo consultare le iscritte in merito alle nostre proposte circa possibili formule da adottare per portare a termine la stagione – dichiara Baretti – e lo faremo non appena, covid permettendo, avremo la possibilità di riunirle”.

 

*Tratto dal sito C.R.L. Lombardia

post

COMUNICATO CRL

« IL DISSENSO DEL C.R.L.  »

Comunicazione del  19 ottobre 2020 

Il Comitato Regionale Lombardia ha inviato la comunicazione che segue alla Regione Lombardia e al CONI regionale per manifestare formalmente il proprio dissenso verso l’ordinanza n. 620 con la quale la Regione stessa ha disposto la sospensione dell’attività dilettantistica e giovanile regionale. Il CRL, in particolare, ha esplicitamente formulato le proprie motivazioni a tutela delle affiliate chiedendo un urgente incontro con i vertici della Regione e, comunque, che le disposizioni regionali vengano quantomeno adeguate al DPCM del 18 ottobre poichè, diversamente, la Lombardia rimarrebbe l’unica Regione italiana a chiudere l’attività sportiva.

In attesa di risposte concrete da parte della Regione, si ricorda a tutte le società che al momento sono vietati allenamenti e gare di ogni categoria giovanile e dilettantistica regionale e locale.

Di seguito la comunicazione inviata:

“La presente per esprimere lo sconcerto nostro, quale Istituzione sportiva, e quello delle oltre 1.400 società dilettantistiche lombarde per l’approvazione da parte di Regione Lombardia di un provvedimento, reso noto solo nella tarda serata di venerdì 16 ottobre, con il quale la Regione stessa ha disposto la sospensione dell’attività dilettantistica e giovanile regionale e locale. A destare profondo stupore è innanzitutto la tempistica attraverso la quale si è giunti all’inopinata decisione.

Solamente il giorno prima, infatti, la Regione aveva approvato l’ordinanza n. 619, contenente disposizioni sull’accesso del pubblico alle manifestazioni sportive, da ritenersi dunque confermate, con validità dallo stesso 16 ottobre e fino al 19 ottobre. Nel pomeriggio dello stesso 16 ottobre, sorprendentemente, hanno iniziato a pervenire le prime dichiarazioni del Governatore Fontana a mezzo stampa contenenti annunci relativi allo stop delle competizioni regionali ma non delle sedute di allenamento. A seguire, poi, solo dopo le ore 22 della stessa giornata, veniva diffuso il testo ufficiale dell’ordinanza n. 620 che escludeva invece anche gli allenamenti, con entrata in vigore già dalle ore 00.00 del 17 ottobre, ovvero nemmeno due ore dopo la pubblicazione.

Ma, oltre a lasciare tale susseguirsi di decisioni contrastanti tutti noi esterrefatti, è la decisione finale di chiusura totale a rappresentare uno schiaffo al mondo del calcio e dello sport giovanile e dilettantistico. Le società affiliate a Federazioni, infatti, hanno sin dalla scorsa estate profuso sforzi, impegni di personale ed economico per potersi adeguare ai rigidi Protocolli per la ripresa dell’attività, concordati dalla FIGC con il Comitato Tecnico Scientifico e dunque scientificamente validati, al fine di poter operare in sicurezza e per la tutela della salute di tutti i protagonisti. Tale aspetto non è mai stato sottovalutato dal mondo dilettantistico, che per primo si è fermato lo scorso 22 febbraio e tanto ha fatto poi per potersi riorganizzare in una ripartenza quanto mai difficile considerata la situazione generale. Tant’è vero che tali attenzioni e il comportamento adeguato degli operatori sportivi hanno evitato il sorgere di qualsivoglia focolaio all’interno delle nostre società, colpite da positività in casi percentualmente bassissimi e sempre “importati” dall’esterno, come dimostra il fatto che, anche nei casi di giocatore positivo, il virus non è stato trasmesso a tutti gli altri componenti delle squadre. I rinvii di gare effettuati nel primo mese di attività, anzi, sono stati concessi dal Comitato per lo più a scopo precauzionale, a fronte, in realtà, di provvedimenti esterni della cd. quarantena imposta a intere classi scolastiche o luoghi di lavoro o anche da singole ATS che, in spregio al concetto di “contatto stretto” esplicitato dall’OMS, hanno, come purtroppo a Voi già segnalato in precedente incontro presso la Regione, imposto a interi gruppi squadra l’isolamento.

Rigettando dunque a qualsiasi livello il ruolo di fonti di contagio che la totale chiusura ci vorrebbe affibbiare, troviamo ancor più incomprensibile che, costringendo le società sportive lasciar serrati i propri battenti, venga data la possibilità a tanti ragazzi, che nell’ambito delle nostre strutture sportive verrebbero monitorati rigidamente, di poter magari giocare nei parchi pubblici senza alcuna forma di controllo o, peggio ancora, di creare assembramenti, quelli sì, in posti anche chiusi con notevole maggiorazione del rischio di contagio.

Entrando poi nel merito delle scelte effettuate dalla Regione, un sereno e costruttivo confronto, purtroppo mai avvenuto, con chi di sport, e di calcio in particolare, si occupa quotidianamente, avrebbe evitato una tale debacle all’Istituzione Regionale. Oltre ad essere incomprensibile come possa essere ritenuta più pericolosa un’attività salutare, condotta all’aperto in spazi amplissimi, rispetto a molte altre situazioni della vita quotidiana che attualmente risultano però autorizzate, viene anche da chiedersi, in tema prettamente calcistico, che differenza ci sarà mai fra un atleta delle categorie Allievi o Giovanissimi che gioca in una squadra dilettantistica e quello che milita invece nella corrispondente categoria di una società professionistica, oppure tra la Serie D, campionato nazionale dilettanti, e gli altri campionati regionali dilettantistici, se a dover essere tutelate sono la salute e la sicurezza.

A ciò si aggiunga la pubblicazione dell’ultimo DPCM in data 18 ottobre 2020, che consente le competizioni degli sport di squadra riconosciuti a livello nazionale e regionale da CONI e Federazioni sportive con la presenza di pubblico e anche degli allenamenti a porte chiuse con ciò rendendo la produttiva e da sempre attiva Regione Lombardia l’unica al palo quanto ad attività sportive che per la sostenibilità del sistema chiedono invece di poter andare avanti.

Oltre a chiedere rispetto e comprensione per gli sforzi profusi dalle affiliate e dai nostri 180.000 tesserati in questa prima parte di stagione sportiva, riteniamo necessario un urgente confronto con la Regione per mettere a fuoco tali tematiche e, soprattutto, per la fondamentale programmazione dell’attività che non può procedere a singhiozzo sottostando a repentine chiusure ed aperture.

In attesa di tale incontro, che ci permettiamo sollecitare, siamo comunque a richiedere quantomeno l’immediato adeguamento delle disposizioni regionali a quelle nazionali, con conseguente riapertura ad allenamenti e gare, come da Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, unica via per garantire la prosecuzione e la continuità delle attività sportive in Regione che diversamente verrebbero a trovarsi a forte rischio di sopravvivenza.

Certi di un cortese e pronto riscontro, inviamo i migliori saluti”.

IL PRESIDENTE

Giuseppe Baretti

*Tratto dal sito C.R.L. Lombardia

post

REGOLE DI ACCESSO PUBBLICO

« ACCESSO SPETTATORI »  

Stadio Libero Ferrario

Visto il protocollo finalizzato al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e in osservanza della nuova ordinanza n.619 di Regione Lombardia a partire dal 16/10/2020, la capienza di pubblico all’interno dello stadio Libero Ferrario è stata ridotta fino a un massimo di 75 posti a sedere assegnati (no posti in piedi).
 
È fatto obbligo inoltre osservare tutte le misure anti Covid come da protocollo.(vedi: INFORMATIVA PROTOCOLLO ANTI COVID )
 

REGISTRAZIONE PUBBLICO

Parabiago Football Club rende noto che è obbligatorio registrarsi ENTRO LE 12 h dall’evento e si riserva di rifiutare gli ingressi superato il limite di capienza o se non pre registrati.
 

 REGISTRAZIONE 

post

Prima Squadra Anticipo 17^ Campionato

« “LA TERZA” CON UN SACCHI BIS »  

Un Parabiago concreto e determinato centra la terza vittoria consecutiva ai danni della Borsanese e si porta a ridosso delle primissime posizioni in classifica.

I granata passano in vantaggio dopo 4 minuti: su azione d’angolo lo schema libera Thierry Ebali che trafigge il portiere ospite.
Gara subito in discesa per i galletti che sfiorano il raddoppio in diverse occasioni con Malcotti, Arrighi, Bernardinello e Sacchi ed è proprio l’esperto bomber granata che al 35 esimo firma il raddoppio con un colpo di testa su cross del rientrante Cestarolli.

Si va al riposo sul parziale di 2-0 con i padroni di casa in totale controllo della gara, ma al rientro in campo la Borsanese alza il baricentro e prova a riaprire la gara con la rete di Desperati che infila l’incolpevole Berardi sul secondo palo.
Dopo il gol subito gli undici di Crippa ripartono con la pressione del primo tempo e al 65 esimo Sacchi mette al sicuro il risultato ancora di testa su cross di Bernardinello e firma la doppietta personale.
Il resto dei minuti vede il Parabiago  amministrare  il doppio vantaggio, da segnalare due interventi da incorniciare dell’estremo difensore granata Berardi che impediscono agli ospiti di accorciare le distanze, un secondo tempo da dimenticare per il direttore di gara che appare sempre lontano dal gioco e che intraprende decisioni disciplinari alquanto discutibili:  espelle Cestarolli , mister Crippa e un giocatore ospite per proteste, un vero peccato per il centrocampista granata che salterà il big match di domenica contro la Mocchetti.

Tre punti preziosi che testimoniano la buona prova collettiva di tutto gruppo, non solo degli undici titolari iniziali ma anche dei subentrati quando mister Crippa decide di eseguire un folto turn over, oltre al risultato, positivo anche il rientro di Arrighi dopo l’infortunio.

Ora testa a domenica dove al Libero Ferrario arriva la neo promossa Mocchetti di San vittore Olona, fischio di inizio ore 15.30, apertura al pubblico dal gate di Viale Marconi dalle ore 15:00 con pre registrazione obbligatoria attraverso il sito ufficiale, questo il Link: REGISTRAZIONE, rispettando tutte le regole anti Covid.   

G.S.

* Nella foto di copertina Gianmaria Sacchi autore oggi di una doppietta 


PRIMA SQUADRA
Campionato girone M
Anticipo 17^ Giornata
F.C. Parabiago – U.S. BORSANESE : 3 – 1   

Formazione Parabiago:
Berardi, Arrighi, Susini, Slavazza, Fabrizio, Fabrizi, Malcotti, Cestarolli, Ebali, Sacchi, Bernardinello

A disposizione:
Dellavedova, La Greca, Caccia, Fogagnolo, Barbaglia, Maglio, Venuto, Fumo, Maniscalco.

Sponsor by:

RISULTATI DEL GIRONE 

CLASSIFICA

 

 

 

post

Prima Squadra 3^ Campionato

« MANITA REATTIVA »  

Seconda vittoria consecutiva per il Parabiago che torna da Marnate con un pirotecnico 5-3 rifilato ai padroni di casa in un match molto acceso nel primo tempo e controllato dai granata nella ripresa.

Partono forte i padroni di casa che prima sbagliano un calcio di rigore neutralizzato da un attento Rattà e poi passano in vantaggio con una mezza girata da pochi passi dentro l’area.
Il vantaggio del Marnate suona come una sveglia immediata per i galletti che dopo 5 minuti ottengono il pareggio: palla lunga di Fabrizi per Sacchi che imbuca Ebali e la conclusione dell’attaccante camerunese è imprendibile.
Passano altri 5 minuti e i granata ribaltano il risultato su calcio di rigore trasformato da bomber Sacchi.
Neanche il tempo di esultare che lo stesso Sacchi disegna una traiettoria perfetta per Bernardinello che gira in porta al volo per il 3-1, gol di ottima fattura per neo entrato in gruppo.
È un Parabiago molto determinato che al 35esimo del primo tempo arrotonda il punteggio con l’ex juniores  Susini che realizza la sua prima marcatura con la formazione maggiore.

Si  chiude il primo tempo sul parziale di 4-1.

Al rientro in campo i granata paiano gestire agevolmente il vantaggio, ma il Marnate prova a riaprire la gara realizzando dal dischetto dopo vedersi assegnato un rigore per un atterramento in area del proprio attaccante da parte del neo entrato Caccia.
Ma ci pensa un generoso Ebali a ristabilire le distanze e firmare la doppietta personale.
Il Marnate però ha ancora un sussulto e realizza il gol del 3-5 che sarà poi il risultato finale.

Da segnalare oggi la convincente prova dei due attaccanti Sacchi ed Ebali, la buona prova del giovane Susini e di un Fabrizi straripante nel ruolo di difensore centrale.
Oggi comunque è stato tutto il collettivo a convincere, gruppo che sembra aver ritrovato la verve dello scorso campionato, un merito da attribuire senz’altro alla competenza di Mister Crippa che anche oggi ha disposto la squadra in campo nei migliori dei modi, una grande risorsa Crippa che oltre alla mansione di allenatore della prima squadra coordina come responsabile tecnico le squadre del settore giovanile.

Per concludere segnaliamo la prova positiva di Venuto, Cestarolli e il rientro di capitan Caccia entrati a partita in corso.

E ora testa a mercoledì per il match casalingo contro la Borsanese

G.S.

* Nella foto di copertina Ebali autore oggi di una doppietta 


PRIMA SQUADRA
Campionato girone M
Marnate Nizzolina – F.C. Parabiago : 3 – 5   

Formazione Parabiago:
Rattà, La Greca, Susini, Slavazza, Fabrizio, Fabrizi, Malcotti, Maglio, Ebali, Sacchi, Bernardinello

A disposizione:
Berardi, Caccia, Fogagnolo, Barbaglia, Serighelli, Arrighi, Cestarolli, Venuto, Fumo.

RISULTATI DEL GIRONE 

CLASSIFICA

 

 

 

post

Under 16 REGIONALI – 3^ Giornata

« PARABIAGO “IN PUNIZIONE” »

Al Libero Ferrario si consuma la seconda sconfitta consecutiva, dopo quella di pochi giorni fa nel turno infrasettimanale contro la Sestese.

Ad aggiudicarsi l’intera posta in gioco della 3^ giornata del campionato Regionale ci pensa il Sedriano.

La partita si apre subito con il vantaggio della squadra ospite su una bella punizione calciata da pochi metri fuori dall’area di rigore con traiettoria insidiosa e battezzata fuori dal portiere granata Poli, che si infila in rete colpendo il palo interno.
La reazione del Parabiago non si fa attendere; grande azione corale iniziata dalla difesa e conclusa dopo una serie di belle giocate con un gran tiro di Scarpati che si infila nell’angolino basso alla destra del portiere avversario.
Passano pochi minuti e su un’ennesima punizione dal limite, il Sedriano si riporta in vantaggio: un tiro apparentemente innocuo, deviato da Arienti, spiazza l’incolpevole Poli e porta il risultato sul provvisorio 1-2.
Terza punizione ed ennesimo goal per gli ospiti; imparabile traiettoria, si infila sotto l’incrocio dei pali.

Il primo tempo termina con il Sedriano avanti di 2 reti sul risultato di 3-1.

Nel secondo tempo il Parabiago cerca in tutti i modi di recuperare il risultato, sbilanciandosi ed esponendosi alle ripartenze del Sedriano.
Il risultato però non cambia e la partita termina col punteggio del primo tempo: Parabiago-Sedriano 1-3.

Risultato forse troppo penalizzante per i ragazzi di Parabiago, che per tutta la partita non si sono dimostrati inferiori.
Il Sedriano ha avuto il merito di sfruttare al 100% i calci da fermo.

Oggi al Libero Ferrario si sono scontrate due scuole di pensiero opposte, da un lato i ragazzi in maglia granata che guidati da Mister Pace  hanno sempre cercato la costruzione del gioco partendo dal portiere con i vari rischi che questo può comportare, dall’altro, il Sedriano ha preferito sempre il rilancio lungo del portiere ed il gioco sulla seconda palla sporca; durante tutto l’incontro non hanno mai effettuato una partenza dal basso.

Chi vince ha sempre ragione e visto il risultato……hanno avuto ragione loro ma una cosa ci fa riflettere: per la crescita dei ragazzi del settore giovanile quale scuola di pensiero sarà meglio?

Al di là del modo in cui si può vedere il calcio, ci sentiamo di incoraggiare i Ragazzi dal Gallo sulla maglia, siamo solo all’inizio, nulla è perduto, continuiate a esprimevi così, siamo sicuri che i risultati non tarderanno ad arrivare sia in questo campionato che in quelli futuri che giocherete.

Alla prossima…Pronti per una nuova battaglia sportiva!

Corrispondente dal Campo: C. Poli e G. Ghezzi
Testo raccolto da G.S.

Nella foto di copertina: mister Luca Pace  da istruzioni a Luyeki David  


Under 16 Campionato REGIONALE
GIRONE A
3^ Giornata
F.C. PARABIAGO – A.C.D. SEDRIANO : 1 – 3

RISULTATI GIRONE

CLASSIFICA

post

Merchandising

LA  FELPA 

Anche fuori dal campo, entra a far parte della famiglia del Parabiago Football Club indossando la bellissima Felpa Urban ufficiale.

Prenotala subito presso la segreteria 

LA SCIARPA UFFICIALE

Il simbolo del vero tifoso  .. la nuova sciarpa ufficiale  by  Parabiago Football Club.

Il colore granata risplenderà sulle tribune. 

Disponibile  al Libero Ferrario, presso la segreteria e alla Biglietteria richiedila subito.

 

post

Under 16 REGIONALI – Anticipo 17^ Giornata

« “GAMBERO” GRANATA »

Partita da dimenticare per i galletti granata che nella partita infrasettimanale in notturna al Libero Ferrario contro la Sestese subiscono una pesante sconfitta per 2-4.

E dire che le cose erano iniziate nel miglior modo possibile con il vantaggio della squadra di casa nei primi minuti di partita, grazie ad Arienti, bravo a ribadire in rete con un colpo di testa, un calcio d’angolo battuto da Scarpati.
Passano solo pochi minuti e la Sestese raggiunge il pari con un goal del proprio attaccante, lasciato inspiegabilmente libero dalla difesa granata.
A metà del primo tempo il Parabiago ritorna in vantaggio con Erindetti grazie ad un bel piazzato di destro dopo che Radrizzani aveva provato la via del goal con un tiro ribattuto dalla difesa.
Passano pochi minuti e si torna in parità.
Azione della squadra ospite sulla destra, che con estrema semplicità trova un giocatore liberissimo in area di rigore il quale con molta facilità calcia a rete.
Si va negli spogliatoi con il risultato di 2-2.

Per quanto riguarda i ragazzi di mister Pace buona la fase offensiva, da rivedere quella difensiva.

Nel secondo tempo i galletti non riescono più ad essere fluidi a livello di costruzione come nella prima frazione di gioco e si nota anche un certo disordine.
Nonostante questo, il Parabiago va vicinissimo al vantaggio con Cicero che a pochi passi dalla porta non riesce a calciare con forza il pallone che finisce lentamente nelle braccia del portiere.
La Sestese si rinfranca per il pericolo evitato e diventa sempre più pericolosa.
Poli effettua una bella parata di piede e sulla ribattuta Baldassari trattiene per la maglia in area l’attaccante Sestese: calcio di rigore.
Tiro dagli undici metri e goal del vantaggio per gli ospiti a pochi minuti dalla fine della partita.
Il Parabiago si riversa con più cuore che gioco nella metà campo della Sestese nella speranza di raggiungere il pari.
A tempo scaduto dagli sviluppi di un corner con il Parabiago riversato tutto nell’area di rigore avversaria, la Sestese recupera palla e riparte in gran velocità con l’attaccante trovandosi solo davanti a portiere Poli non può che chiudere la partita sul risultato finale di 2-4.

Nella partita per i Parabiaghesi sono venute a galla alcune lacune e qualche  incertezza che sembravano superate con la buona prova disputata sabato scorso a Lainate.
Il campionato è solo all’inizio, ma occorre invertire subito questo trend negativo.
Rimboccarsi le maniche subito perché domenica al Ferrario arriverà il Sedriano e non sarà certo facile….anzi!

Farsi trovare Pronti ..per una nuova battaglia sportiva!

Corrispondente dal Campo: G. Ghezzi
Testo raccolto da G.S.

Nella foto di copertina il portiere granata Cristopher Poli 

Under 16 Campionato REGIONALE
GIRONE A
Anticipo 17^ Giornata
F.C. PARABIAGO – U.S. SESTESE : 2 – 4

RISULTATI GIRONE

CLASSIFICA

post

Prima Squadra 2^ Campionato

« DERBY GRANATA »  

Un Parabiago non stellare ma concreto si aggiudica il derby con i cugini della Nervianese nella seconda giornata di campionato.

Nella prima frazione di gioco da segnalare una conclusione di Ebali da sinistra è un gol annullato a Sacchi per fuorigioco dubbio.

Al rientro in campo dopo l’intervallo i granata partono ancora forte e al decimo minuto arriva il vantaggio di Malcotti servito da Slavazza al termine di un veloce capovolgimento di fronte.

Sul parziale di 1-0 i galletti amministrano il vantaggio e portano a casa tre punti importantissimi che danno morale agli uomini di Crippa.

Nella foto: Il ritorno in campo del portiere granata  Rattà che sembra indicare quale sia la via giusta

G.S.


PRIMA SQUADRA
Campionato girone M
F.C. Parabiago – Calcio Nerviano : 1 – 0   

Formazione Parabiago:
Rattà, La Greca, Susini, Slavazza, Fabrizio, Fabrizi, Malcotti, Maglio, Ebali, Sacchi, Bernardinello

A disposizione:
Berardi, Caccia, Fogagnolo, Barbaglia, Serighelli, Venuto, Cozzi, Fumo, Eboa.

RISULTATI DEL GIRONE 

CLASSIFICA

 

 

 

post

Under 16 REGIONALI – 2^ Giornata

« OSTICO PARABIAGO »

La seconda giornata di campionato per i nostri Under 16, va in scena a Lainate su un campo molto difficile contro una squadra che nello scorso campionato, prima della sospensione causa Covid, era nelle zone alte del campionato regionale.

Entrambe le squadre arrivano da una sconfitta all’esordio di campionato.

La Lainatese parte forte determinata a imporre il proprio gioco; i nostri ragazzi faticano molto e reagiscono con sporadiche azioni di attacco.
Il gioco si svolge principalmente nella metà campo del Parabiago.
Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la squadra di casa passa in vantaggio: gioco a due e gran tiro di Borsani G. dal vertice dell’area di rigore mette la palla in rete sul palo più lontano.
Passano pochi minuti ed il Parabiago raggiunge il pari grazie ad un tiro preciso di Ghezzi da fuori area che si infila sotto la traversa.
La squadra di casa non ci sta e riprende ad attaccare; i loro sforzi vengono premiati con un calcio di rigore molto generoso, decretato dall’arbitro per una sospetta trattenuta di Caruso sull’attaccante avversario.
Sul dischetto si presenta Brindani che con estrema freddezza spiazza il portiere granata Poli portando il risultato sul parziale di 2-1.
Il primo tempo si chiude con l’opportunità per il Parabiago di raggiungere il pareggio con Erindetti che da pochi passi in condizione di precario equilibrio non riesce calciare nello specchio della porta.

Il secondo tempo si apre con una nuova pericolosa azione del granata numero10 Erindetti che solo davanti al portiere fallisce per pochi centimetri il bersaglio, calciando alto un pallonetto con deviazione del portiere.
Altra bella azione dei galletti iniziata da Paleari, proseguita da Ghezzi e conclusa da Erindetti che sulla fascia sinistra una volta entrato in area, elude con una gran finta il difensore lainatese costretto a stendere il  fantasista Parabiaghese: calcio di rigore ineccepibile.
Radrizzani si prende la responsabilità di calciare il penalty e con un tiro da brividi riesce raggiungere il pareggio 2-2.
La partita prosegue con la Lainatese protesa nella metà campo del Parabiago per cercare di ritrovare il vantaggio.

I ragazzi di Parabiago con grande determinazione riescono a ribattere alle incursioni rosso/blu, grazie soprattutto ai grandi interventi del portierone granata Poli, che in più di un’occasione salva il risultato, riuscendo alla fine ad ottenere un punto molto importante per la classifica e per il morale.

Un punto ottenuto sul campo di una squadra forte con obiettivi diversi rispetto al Parabiago neo promosso in categoria.

Giovedì per i ragazzi di mister Pace un nuovo impegno infrasettimanale contro la Sestese oggi sconfitta sul campo del Sedriano, ma capace di vincere in casa per 2-0, proprio contro la Lainatese nell’esordio di campionato.

Pronti ..per una nuova battaglia sportiva!

Corrispondente dal Campo: G. Ghezzi
Testo raccolto da G.S.

Nella foto di copertina Simone Ghezzi autore di un gol oggi.

Under 16 Campionato REGIONALE
GIRONE A
2^ Giornata
A.S.D. LAINATESE – F.C. PARABIAGO : 2 – 2

RISULTATI GIRONE

CLASSIFICA

post

Pulcini Under 10 vs PSG Vanzago

« CASA DOLCE CASA…..  »

Giornata mite al Libero Ferrario in occasione dell’amichevole Under 10 tra i padroni di casa ed i temibili 2011 del PSG Vanzago. Campo in perfette condizioni! 

I granata guidati da Mister Angelo in tenuta griffata “Caramelle Rossana”, formazione rimaneggiata a causa delle prime defezioni dettate dal clima instabile degli ultimi giorni.

Spalti con buona affluenza di pubblico, distanziamento e mascherine come da protocollo, le procedure COVID funzionano perfettamente.

Prima frazione da 15’ con predominio dei giovani parabiaghesi, ottime trame di gioco, corsa ed intensità.
Solo la sfortuna e delle super-parate del portiere avversario non ha permesso ai granata di passare in vantaggio.

Secondo tempo iniziato sulla falsa riga del primo.
Solo un episodio sfortunato a favore degli ospiti spezza l’equilibrio.
I giovani galletti riportano in parità il risultato grazie ad un’azione corale che porta al meritato pareggio.

Ultimo terzo di gara equilibrato, una ripartenza dei biancorossi di Vanzago spezza l’equilibrio del match.
I ragazzi in granata non trovano più la forza per riequilibrare la partita.
Sconfitta immeritata….

Mister e dirigenti si sono dichiarati soddisfatti della prestazione dei loro atleti, il percorso è ancora lungo, ma la strada è quella giusta!

  • …l’arte di vincere la si impara nelle sconfitte!

Corrispondente dal Campo: Lironi A.
Testo Raccolto da: G.S.