post

TROFEO CUORE GRANATA 

« CIAO “MORO” »

Prima settimana per il Trofeo Cuore Granata, due le giornate disputate che hanno visto scendere in campo le formazioni Under 15 e Under 16.
Mercoledì 4 maggio si è dato il via al trofeo ricordando l’indimenticabile Antonio Moroni bandiera del Parabiago Calcio per ben 45 anni, a fare gli onori di casa il presidente Stefano Tunesi con il  vice Gianluca Brambilla, presenti  in rappresentanza del comune di Parabiago il consigliere Carlo Raimondi e la dott.ssa  Paola Colombo dell’ufficio sport.
In ricordo di Antonio, alla presenza della moglie Agnese e dei figli Paolo ed Enrico è stato scoperto un grande pannello raffigurante Antonio nel suo amato “Ferrario” con la frase: “Che cosa è per me il Parabiago Calcio? Non ci sono altre passioni è l’unica e basta”  parole da lui pronunciate in occasione del 75 esimo anno di fondazione del club. 
Commozione per tutti quando la moglie Agnese ha voluto ricordare il marito: ” Antonio è stato un cuore granata per tutta la sua vita, bandiera del Parabiago, con dedizione e generosità, sempre a disposizione in ogni ruolo con impegno e passione, Antonio era un uomo buono, semplice, altruista, sempre pronto ad aiutare e a mettere pace. Ringrazio il sig. Sindaco, la società calcio Parabiago, i vari presidenti e collaboratori, per avermi affiancato, sostenuta in questi 45 anni. Grazie di cuore a tutti, grazie.” 
Ha concluso il toccante ricordo Alessandro Cavazzana dirigente granata che ha riportato la volontà della società di mantenere vivo il ricordo e su cosa sia stato il “Moro” per il Parabiago, “Lo faremo soprattutto con i più giovani, racconteremo a loro, che da oggi lo vedranno ritratto nel suo amato “Libero Ferrario”, che gran bella persona era  il Moro” 

G.S.  

Il momento dell’apertura del grande pannello raffigurante Antonio

 

post

Dal 4 Maggio al 12 Giugno

1° TROFEO CUORE GRANATA 
Memorial Antonio Moroni

Dal 4  Maggio al 12 Giugno presso lo stadio Libero Ferrario  di Parabiago andrà in scena il 1° TROFEO CUORE GRANATA, manifestazione organizzata dal Parabiago Football Club per ricordare l’indimenticabile Antonio Moroni bandiera del Parabiago Calcio per ben 45 anni.

Sette le categorie agonistiche protagoniste del trofeo: Promozione Femminile, Juniores, Under 18, Under 17, Under 16, Under 15 e Under 14,  la formula del torneo prevede quadrangolari  per ciascuna categoria con premiazione finale.
Tutte le gare si svolgeranno sul “centrale” in erba sintetica del Libero Ferrario con una gara alle 18.30 e la seconda dopo le ore 20.00.
La manifestazione  fortemente voluta dal Presidente Stefano Tunesi e dal Vice Gianluca Brambilla ha coinvolto tutta la dirigenza organizzativa, che, con grande onore si è messa a disposizione per ricordare Antonio e su come lui ci ha indicato la via della passione per questi colori, per la squadra della Città.
Una dedizione per il Club senza pari, perché Antonio ha incarnato l’anima granata, quella della generosità per una causa, per un ideale sportivo.
Antonio ha fatto di tutto nel Club durante la sua esistenza. Il suo è stato un mettersi a disposizione per ogni ruolo che fosse necessario, con grande umiltà e impegno.

L’indimenticabile Antonio

Una lezione di vita oltre che di sport per chi ama il calcio e per i giovani che sono chiamati a portare avanti il suo lavoro, raccogliendo il testimone della passione granata.
Una vita in granata la sua, vissuta giorno per giorno allo stadio, aspettando con trepidazione la domenica, il giorno della partita.
Antonio è stato e continuerà ad essere un grande cuore granata.

Lo vogliamo ricordare con questo Trofeo a lui dedicato e per una sua significativa considerazione: “Che cosa è per me il Parabiago Calcio? Non ci sono altre passioni, è l’unica e basta, è la squadra della mia città, dove sono nato, dove ho lavorato e sono cresciuto, è la mia famiglia, sono affezionato a questi colori”.

Durante la serata di gare, il 6 Maggio, verrà presentato un maxi poster che raffigurerà il nostro Antonio per ricordare che sarà sempre con noi nel suo amato “Libero Ferrario”.

Tutti gli sportivi e appassionati sono invitati per trascorrere  serate dalle partite avvincenti e dove al servizio degli spettatori sarà attivo bar e  punto di  ristoro. 

Guarda la Brochure e il Calendario

post

“Moroni” sempre con noi.


Le bandiere non si ammainano mai. 

Le bandiere non si ammainano mai. Il nostro Antonio è andato avanti come dicono gli Alpini…Lui bandiera del Parabiago per 45 anni ci ha indicato la via della passione per questi colori, per la squadra della nostra Città. Una dedizione per il Club senza pari, perché Antonio ha incarnato l’anima granata, quella della generosità per una causa, per un ideale sportivo.
Come aveva racconto nel libro celebrativo dei nostri 75 anni societari, Antonio ha fatto di tutto nel nostro Club durante la sua esistenza. Il suo è stato un mettersi a disposizione per ogni ruolo che fosse necessario, con grande umiltà e impegno.
Una lezione di vita oltre che di sport per chi ama il calcio e per i giovani che sono chiamati a portare avanti il suo lavoro, raccogliendo il testimone della passione granata.
Una vita in granata la sua, vissuta giorno per giorno allo stadio, aspettando con trepidazione la domenica, il giorno della partita. 
Antonio è stato e continuerà ad essere un grande cuore granata. Lo vogliamo ricordare con questa sua significativa considerazione: “Che cosa è per me il Parabiago Calcio? Non ci sono altre passioni, è l’unica e basta, è la squadra della mia città, dove sono nato, dove ho lavorato e sono cresciuto.
E’ la mia famiglia, sono affezionato a questi colori. Dopo la tragedia del Grande Torino, fummo in Italia tutti presi da una grande commozione e dato che la nostra squadra vinceva sempre, nacque la leggenda del Piccolo Torino. Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno fatto e stanno facendo qualcosa per il nostro Parabiago”. Siamo noi a ringraziarTi caro Antonio e abbracciarTi nel nostro cuore granata, sarai sempre li con noi nel tuo amato “Ferrario”
 
❤️

 

post

Ciao Antonio


Le bandiere non si ammainano mai. 

Le bandiere non si ammainano mai. Il nostro Antonio è andato avanti come dicono gli Alpini…Lui bandiera del Parabiago per 45 anni ci ha indicato la via della passione per questi colori, per la squadra della nostra Città. Una dedizione per il Club senza pari, perché Antonio ha incarnato l’anima granata, quella della generosità per una causa, per un ideale sportivo.
Come aveva racconto nel libro celebrativo dei nostri 75 anni societari, Antonio ha fatto di tutto nel nostro Club durante la sua esistenza. Il suo è stato un mettersi a disposizione per ogni ruolo che fosse necessario, con grande umiltà e impegno.
Una lezione di vita oltre che di sport per chi ama il calcio e per i giovani che sono chiamati a portare avanti il suo lavoro, raccogliendo il testimone della passione granata.
Una vita in granata la sua, vissuta giorno per giorno allo stadio, aspettando con trepidazione la domenica, il giorno della partita. Il nostro dolore oggi è molto grande e siamo vicini alla moglie Agnese e ai figli Paolo ed Enrico.
Antonio è stato e continuerà ad essere un grande cuore granata. Lo vogliamo ricordare con questa sua significativa considerazione: “Che cosa è per me il Parabiago Calcio? Non ci sono altre passioni, è l’unica e basta, è la squadra della mia città, dove sono nato, dove ho lavorato e sono cresciuto.
E’ la mia famiglia, sono affezionato a questi colori. Dopo la tragedia del Grande Torino, fummo in Italia tutti presi da una grande commozione e dato che la nostra squadra vinceva sempre, nacque la leggenda del Piccolo Torino. Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno fatto e stanno facendo qualcosa per il nostro Parabiago”. Siamo noi a ringraziarTi caro Antonio e abbracciarTi nel nostro cuore granata, ti sia lieve questo ultimo viaggio.
 
❤️