post

Juniores 10^ Campionato

« RIMONTA PAZZESCA! »  

Si arriva ad un terzo del campionato, con la decima giornata per i ragazzi guidati dalla panchina da Mister Andrea Tunesi.

Siamo in scena a San Giorgio su Legnano contro gli “arancioni” della squadra locale: partita da non prendere sottogamba, anche se in classifica hanno metà dei nostri punti.

Giornata uggiosa e fredda, campo pesantissimo (per il maltempo dei tantissimi giorni passati).

Primo Tempo

Partita che inizia con un leggero predominio del San Giorgio, ma la prima occasione da gol è per il Parabiago con un tiro dalla distanza di Capitan Marrale, molto ben parato dal portiere avversario.

Il San Giorgio prende in mano la partita e mette in grosse difficoltà il Parabiago che non riesce più ad imbastire una manovra degna di nota.

E’ super Rudy Croci, il nostro portierone, che sale in cattedra: per ben due volte salva la rete da due imbucate degli atleti in arancione.

Da una azione “strana” (due dei nostri giocatori potrebbero intervenire, ma non lo fanno), parte la giusta “imbucata” dell’attaccante arancione che questa volta mette in rete e neanche il nostro portiere può nulla.

Il gol non sveglia il Parabiago, anzi incentiva ancora di più gli avversari alla ricerca del raddoppio, ma ora tra un’altra super parata di Croci e qualche buon intervento dei difensori, si riesce ad evitare di capitolare ancora.

Il secondo gol del San Giorgio però è nell’aria e arriva da calcio di rigore: da un tiro da appena fuori area, il pallone viene deviato dal nostro difensore con il gomito (con il nostro giocatore che, al tiro, si gira, il braccio piegato vicino al corpo, non è volontario.  non cerca la deviazione e non aumenta il volume del corpo). L’arbitro decreta il rigore (per noi abbastanza generoso!), rigore realizzato rasoterra all’angolino (con il nostro portiere che azzecca la direzione, ma non può nulla).

Il secondo gol arancione è “uno schiaffo in faccia” all’autostima alla squadra e, finalmente, i ragazzi granata, pian piano iniziano a giocare, a creare occasioni e a tirare in porta e da una azione di attacco è Lorenzo Cigolotti, che con un gran bolide da lontanissimo con palla in uscita dalla difesa avversaria, riesce a “gonfiare la rete” e ad accorciare le distanze.

Ora i granata ci credono e prendono il totale controllo della partita, mentre il San Giorgio si fa vedere solo in contropiede, ma sono sempre ben controllati.

Il gol del pareggio del Parabiago non tarda a venire con un’azione pregevolissima: il difensore Anticoli, dalla nostra trequarti spostato sulla sinistra, lancia un millimetrico pallone a Susini in area di rigore, che si inserisce alla perfezione e tira a colpo sicuro. Il portiere avversario, molto bravo, respinge la palla con il corpo e il pallone esce dall’area di rigore: è Luca Cavallaro (nella foto) che sopraggiunge e “spara” un tiro preciso e forte in gol!

Il pareggio “rasserena” la squadra del Parabiago e il primo tempo finisce con il risultato di 2-2.

Secondo Tempo

La ripresa vede subito il Parabiago in attacco alla ricerca del gol della vittoria, mentre gli arancioni di San Giorgio preferiscono il gioco di rimessa (in questo secondo tempo gli arancioni di San Giorgio sono stati sempre ben controllati dalla nostra difesa e non hanno mai creato pensieri al nostro portiere).

Le occasioni per i granata per passare in vantaggio, sono numerose, tre, soprattutto, sono clamorose!
In queste “occasionissime”, l’attaccante si trova “a tu per tu” con il portiere, ma il tiro o viene intercettato o va addirittura fuori!

In piena “Zona Cesarini”, ormai la ribattezziamo “Zona Parabiago”, la squadra, in pieno forcing, trova il gol della vittoria: azione che incomincia ancora dalla sinistra d’attacco, dove il difensore Anticoli prova a lanciare a centro area, ma scivola sul terreno veramente viscido, e riesce a passare a Cavallaro che allunga la palla per l’inserimento di Susini. a questo punto c’è un contatto con il portiere e il Direttore di gara decreta il rigore.
Rigore trasformato da Luca Cavallaro. Rigore, per onestà intellettuale, come il precedente, forse molto generoso…

Alla fine della partita mancano poche lancette di cronometro, ma la nostra squadra è brava a tenere la calma, a spazzare dalla nostra area di rigore e tenere il pallone lontano, vicino alla bandierina d’angolo, con la squadra posizionata a difendere il risultato.

Al triplice fischio è festa granata, ma che gran sofferenza!

Commento Finale

Una gran bella rimonta da parte dei ragazzi granata: molto carattere e determinazione. Non era facile recuperare il risultato da un 2-0 dopo mezz’ora!

La parte negativa è stata appunto la prima mezz’ora, dove i ragazzi erano un po’ “spaesati” e non sono riusciti ad entrare in partita (sicuramente bisogna anche dare merito dall’aggressività e dal forcing della squadra avversaria).

Poi per un’ora solo granata, tre gol e tantissime occasioni sprecate, condite anche da belle azioni e molta suspense…

Tutti i ragazzi granata sono stati molto bravi e si sono impegnati per portare a casa questo risultato positivo, con tanta umiltà, concentrazione e gioco di squadra!

MVP della partita: fortunatamente abbiamo sempre problemi a trovare il Most Valuable Player, meriterebbero in tanti, ma questa volta va a Luca Cavallaro (nella foto in evidenza), autore di una bella prestazione, impreziosita da una doppietta personale.

Ora con questo risultato e il concomitante pareggio dell’Ossona siamo secondi in classifica, appunto assieme all’Ossona, e a cinque lunghezze dalla capolista Castanese.

Prossimo incontro nel nostro campo “Libero Ferrario” sempre “in perfette condizioni”: ospite la temibile compagine Bustocca del San Marco che è ad una lunghezza dalla nostra squadra, con un attacco molto prolifico (ben 42 gol, secondo attacco del girone): dunque, come sempre concentrazione, umiltà e spirito di squadra!

San Giorgio-Parabiago 2-3 (Cigolotti, Cavallaro, Cavallaro (R))
Formazione Parabiago: Croci, Anticoli, Bensi, Cavallaro, De Cesare, Cigolotti, Susini, Marrale, Razzini, Airaghi Ingrassia. A disposizione: Colli, Castoldi, Donatiello, Marchese, Oliverio, Re Depaolini, Sapone, Colombo. Subentrati Secondo tempo: Donatiello, Marchese, Re Depaolini, Colombo.

M.A.


Risultati Girone

Classifica

 

 

post

Juniores 9^ Campionato

« TRE PUNTI DI SOFFERENZA »  

Si “suona la nona” al Libero Ferrario per i ragazzi granata di Mister Andrea Tunesi.

Squadra ospite nel nostro campo “in perfette condizioni” anche con i temporali dei giorni passati, è il Vela di Mesero.

I ragazzi in giallo del Vela (oggi in tenuta tutta nera), arrivano a Parabiago con tre partite vinte, due pareggi e tre sconfitte.

Primo Tempo

Dopo i primi minuti di studio fra le due squadre e un gioco un po’ “confuso”, i granata prendono decisamente in mano il “pallino” del gioco.

Infatti, dopo le prime belle azioni create, arriva lo stupendo gol di Cigolotti (nella foto): da una palla “vagante”, abbondantemente fuori area, arma il sinistro per una gittata precisa che gonfia la rete per il gol del vantaggio granata!

Il gol dà consapevolezza alla squadra che ad ogni azione può “far male” alla difesa avversaria, infatti dopo pochissimi minuti, il nostro attaccante si trova solo davanti al portiere, ma purtroppo il pallonetto a scavalcare è intercettato dal bravo estremo difensore avversario.

Il Parabiago è padrone del campo e in un’altra bella azione in area di rigore è Susini che, dopo una respinta, tira in rete… ma stavolta è il palo che salva il Vela.

A questo punto, circa alla mezz’ora, i granata si prendono “una pausa” e lasciano il gioco al Vela che fino a quel momento non è mai stato pericoloso, ben controllato dalla nostra squadra.

Anche se i ragazzi in nero non creano grossi veri pericoli, il forcing è asfissiante alla ricerca del gol del pareggio, infatti al 35′ circa, arriva puntualmente il gol: da una palla respinta, sulla parte sinistra del nostro portiere, il giocatore avversario scaglia un tiro imparabile per il nostro Croci: davvero un bellissimo eurogol!

Il gol dà coraggio al Vela che fino a quel punto era stato sempre bloccato dai nostri ragazzi granata, ma il primo tempo finisce in pareggio per 1-1 (con l’errato triplice fischio dell’arbitro… i fischi alla fine del primo tempo devono essere due…).

Secondo tempo

L’inizio della seconda frazione di gioco vede un leggero predominio del Vela, ma dura per pochi minuti e “la partita” passa ancora al Parabiago.

Il gioco si fa molto spezzettato e un po’ “cattivello”, l’arbitro fischia ogni fallo e inizia a dispensare ammonizioni ai giocatori delle due squadre (al contrario del primo tempo che ha lasciato correre, forse doveva iniziare prima ad ammonire!).

Il gioco è poco spettacolare, sempre quasi fermo (il tempo effettivo di questo tempo sarà molto poco).

Il Parabiago cerca in ogni modo il gol della vittoria, mentre il Vela preferisce il gioco di rimessa, e in questa maniera riesce a creare una occasione: l’attaccante avversario si trova da solo davanti al nostro portiere, dopo un cross sulla parte destra della nostra difesa, l’attaccante colpisce di testa, fortunatamente in maniera scoordinata, e manda il tiro fuori.

Le due squadre creano poche occasioni:, sempre ben controllate dalle difese.

Al 30′ la prima svolta della partita: un giocatore del Vela viene espulso, e così i neri di Mesero restano in 10.

Il Parabiago questa volta approfitta della superiorità numerica per passare in vantaggio, ma nessuno riesce a sfruttare il gioco creato.

Anche cambiando la linea di attacco dei granata con forze fresche, l’inerzia del nostro gioco rimane lo stesso.

Al 40′, però, la vera svolta della partita: altra palla vagante dalla parte destra del nostro attacco, si avventano tre giocatori granata, ma è Capitan Marrale che con un tiro di rara potenza e precisione rigonfia la rete per il gol del vantaggio.

Gli ultimi minuti della partita, vedono ancora gioco molto fermo, i nostri sono attenti a non concedere nulla all’avversario, tenendo sempre la palla lontana dalla nostra area di rigore… Dopo 5′ minuti di recupero, decretati dal direttore di gara, e l’espulsione di un nostro attaccante qualche secondo prima (per doppia ammonizione veramente veniale), l’arbitro mette fine al match con il giusto, questa volta, triplice fischio finale.

Commento Finale

Partita molto nervosa, molto spezzettata, poi nel secondo tempo è stato più il tempo senza giocare che il gioco reale: secondo noi, l’arbitro ha permesso troppo nella prima frazione, non ammonendo nessuno, anche con falli oltre al limite e un po’ troppo “cattivelli”…

Il Parabiago ha giocato molto bene la prima mezz’ora, poi invece di cercare la rete del raddoppio con insistenza, si è adeguato all’avversario e a il suo gioco, subendo sempre poco, ma è bastato un eurogol per mettere in bilico il risultato.

Con questi ulteriori tre punti, restiamo ancora al terzo posto in classifica, e con i risultati delle altre squadre, rimangono invariate le prime sette posizioni.

Il nostro solito MVP del match: anche in questa partita è molto difficile assegnarlo, con sempre una buona difesa e i due autori dei gol (Cigolotti e Marrale) su tutti… In questa partita assegniamo l’MVP a Lorenzo Cigolotti (che la spunta di veramente poco su Capitan Matteo Marrale): bellissimo il gol che “apre le danze della partita”, cerca ancora con altri tiri la gloria personale, ma cerca anche il gioco sui compagni, inoltre si sacrifica molto in fase di copertura aiutando i tre difensori.

Settimana prossima si va a giocare a San Giorgio, senza guardare la classifica: anche se attualmente hanno metà dei nostri punti, le partite bisogna sempre giocarle e portare a casa (alcune partite passate sono la prova concreta), come sempre concentrazione, umiltà e gioco di squadra fanno la differenza,

Parabiago-Vela 2-1 (Cigolotti, Marrale)
Formazione Parabiago: Croci, Anticoli, Castoldi, Cavallaro, De Cesare, Cigolotti, Susini, Marrale, Colombo, Marchese, Donatiello. A disposizione: Colli, Airaghi, Bensi, Oliverio, Razzini, Re Depaolini, Rotondi, Sapone, Ingrassia. Subentrati Secondo tempo: Razzini, Re Depaolini, Rotondi, Ingrassia.

M.A.


Risultati Girone

Classifica

 

post

Juniores 8^ Campionato

« PARABIAGO CORSARA AD OSSONA! »  

Giro di boa del girone di andata, ovvero l’ottava partita di questo campionato, per i ragazzi granata guidati dalla panchina da Mister Andrea Tunesi.

Si gioca ad Ossona, in una giornata con tantissima pioggia e vento freddo, fortunatamente il campo è in erba sintetica, tra i primissimi della zona di Milano, e ciò permetterà anche il bel gioco (niente pozzanghere o fango che fermeranno il pallone).

La nostra squadra avversaria si presenta a questo match con un invidiabile ruolino di marcia: sei partite vinte consecutivamente e un solo pareggio nell’ultima giornata, contro i bustocchi del San Marco, all’attivo 32 gol (miglior attacco del girone) e soli 7 subiti.

Una partita importante per i ragazzi granata per restare “attaccati” alle posizioni di vertice, per l’Ossona, invece, potrebbe essere la partita della “fuga” assieme alla Castanese.

Primo Tempo

Sotto una pioggia battente, l’arbitro dà inizio alla partita con leggero anticipo.

I primi minuti del match sono per entrambe le squadre di studio, nessuno vuol sbagliare mossa, vista l’alta posta in palio.

La prima azione pericolosa è per i rossi (oggi in bianco) dell’Ossona, dove l’attaccante esterno riesce a liberarsi, ma da posizione molto defilata, e da quasi la linea dell’out, tira in porta, ma è bravissimo il nostro estremo Rudy Croci a chiudere lo specchio della porta e mandare in calcio d’angolo.

Il gioco “ristagna” principalmente a centrocampo, e sono brave le due difese (assieme ai giocatori di centrocampo) a chiudere tutti gli spazi per gli attaccanti.

Il Parabiago si rende pericolosissimo da calcio di punizione, sulla trequarti, con Cigolotti: qui è bravo il portiere a distendersi e mettere in angolo. Angolo che vede uno schema, con tiro di Susini e il portiere deve ancora intervenire per evitare la peggio per i suoi.

La partita continua come nel gioco degli scacchi, ogni squadra è attenta alle mosse avversarie e il primo tempo finisce con il risultato di 0-0.

Secondo Tempo

Mister Tunesi cambia subito un attaccante (Rotondi) per un altro attaccante (Marchese nella foto), ma il modulo iniziale rimane invariato.

parabiago-calcio-juniores-andrea-tunesi

Andrea Tunesi allenatore dei Granata

Dopo pochi minuti, con una azione confusa e di semi contropiede, l’Ossona va in gol: cross dalla nostra destra del campo che trova libero l’attaccante che di testa mette in rete.

Il gol sveglia la partita, sotto la pioggia e tantissimo vento, i nostri ragazzi granata non vogliono sicuramente perderla.

Mister Tunesi dà il cambio tattico alla partita, vedendo che il campo è piccolo e la palla prende molta velocità giocando a terra (normale sul campo sintetico più la pioggia) cerca di andare in rete sui lanci lunghi dalle retrovie e i recuperi sulle seconde palle (ovvero recuperare la palla, respinta dai difensori, velocemente tra le linee di difesa avversaria con i centrocampisti e attaccanti).

Il gol nasce appunto da questo modo di giocare: lancio centrale dalle retrovie di Anticoli, il difensore respinge di testa, Cigolotti è lesto a prendere la palla e tirare in porta con una potenza eccezionale, il portiere non trattiene e Marchese è veloce a mettere in rete!

Il gol del pareggio dà consapevolezza alla squadra con il galletto sul petto, mentre l’Ossona perde pian piano fiducia, anche perché il pallino del gioco passa prepotentemente ai granata.

Il Parabiago va in rete per la seconda volta: rimessa laterale velocissima sulla fascia per Susini che è bravo a smarcare Cavallaro solo davanti al portiere… ed è un gioco da ragazzi mettere in rete!

Il Parabiago ha ancora due belle occasioni per chiudere la partita, con entrambi i giocatori da soli davanti al portiere, ma un po’ di frenesia e un po’ la bravura del portiere avversario evitano la peggio per l’Ossona e fanno restare il risultato ancora in bilico.

L’Ossona non vuole essere la “vittima sacrificale”, infatti cerca in tutti i modi di pungere e far male al Parabiago, ma i nostri ragazzi difendono bene di squadra e non concedono quasi nulla ai ragazzi in bianco.

Mister Tunesi mette in campo forze fresche ed effettua la classica “girandola” di sostituzioni.

Gli ultimi minuti della partita non è per cardiopatici: l’Ossona cerca in tutte le maniere di agguantare il pareggio, ma il Parabiago, di squadra, difende bene e in maniera ordinata, però i palloni messi nella nostra area di rigore sono tanti e a volte pericolosi: da segnalare tra le molte respinte, una di Susini, di testa, sulla riga della porta e all’ultima azione l’entrata di Anticoli in scivolata pulitissima e con un tempismo perfetto sulla palla, con il giocatore avversario davanti al portiere smarcato pronto a tirare, che evita la peggio e manda in calcio d’angolo (azione che ci ha ricordato l’entrata in area di rigore di Bonucci su Martial nella recente partita contro il Manchester United!)

Partita che finisce dopo il calcio d’angolo battuto, con il punteggio di 2-1 per il Parabiago che espugna il campo “Angelo Moratti” di Ossona!

Commento Finale

Partita bella e tirata fino all’ultimo secondo.

Bellissima vittoria per i ragazzi granata, soprattutto, perché arrivata giocando di squadra contro un fortissimo avversario.

Tutti i giocatori scesi in campo hanno giocato benissimo: i tre di difesa e il portiere (Anticoli-De Cesare-Castoldi-Croci) sempre attenti e pronti alle chiusure, centrocampo (Susini-Cavallaro-Marrale-Cigolotti) infaticabile a cucire gioco e a difendere, soprattutto tenere la giusta distanza con la difesa e l’attacco per non creare “buchi”, attacco (Rotondi-Razzini-Colombo) pronti a pungere ma andare in pressing o a tenere palla quando serve, bravissimi anche chi è entrato durante la partita (Marchese-Re Depaolini-Donatiello-Oliverio) entrati subito nel clima partita.

Ora, con questo risultato, siamo terzi, da soli, in classifica a poche lunghezze dalla vetta.

Come al solito, nominiamo un MVP del match: questa settimana siamo davvero in difficoltà nell’assegnarlo, tanti giocatori lo meriterebbero: il portiere (Croci), i tre di difesa (Anticoli-De Cesare-Castoldi), oppure Cavallaro (per il gol, e per un assist), Colombo (per il gran lavoro), ma anche gli altri (Cigolotti, Susini, Marrale) … noi lo assegniamo a Marchese, oltre per il gol importante che riapre la partita, perché tiene palla per far salire la squadra, si butta con convinzione sulle seconde palle ed è una vera spina del fianco per la difesa avversaria.

Segnaliamo, infine, che a volte dalle tribune sarebbe più carino e sportivo incitare “tutti” i ragazzi granata in campo indistintamente, invece di criticare il gioco, i moduli, il passaggio, il lancio, i cambi, le scelte, ecc…  e alla fine i ragazzi e l’allenatore hanno avuto ragione su tutto e tutti!

Ora testa alla prossima partita nel nostro “Libero Ferrario” contro il Vela di Mesero: concentrati, umiltà, lavoro e gioco di squadra possono portarci lontano!

Ossona-Parabiago 1-2 (Marchese, Cavallaro)
Formazione Parabiago: Croci, Anticoli, Castoldi, Cavallaro, De Cesare, Cigolotti, Susini, Marrale, Colombo, Razzini, Rotondi. A disposizione: Colli, Airaghi, Bensi, Donatiello, Marchese, Oliverio, Re Depaolini, Sapone. Subentrati Secondo tempo: Donatiello, Marchese, Re Depaolini, Oliverio

M.A.


Risultati Girone

Classifica

post

Le nuove gallerie fotografiche

FOTOGRAFIAMO LE VOSTRE IMPRESE !

Ogni fine settimana i fotografi del Parabiago Football Club scendono  in campo per immortalare le azioni delle squadre con il gallo sulla maglia.

A turno ogni squadra dai più grandi  ai più piccoli saranno i soggetti dei nostri album fotografici, in futuro ci sarà anche la possibilità di avere il vostro scatto in formato stampato in alta definizione autenticato Football Club Parabiago. Chiedi informazioni in segreteria. 

Buona Visione.  

Fotografati questa settimana :

PRIMI CALCI 2011 Squadra Bianca


PRIMI CALCI 2011 Squadra Rossa


UNDER 14
 


JUNIORES 

 


 

 

Juniores 7^ Campionato Le immagini

JUNIORES

20 Ottobre 2018
Parabiago Stadio “Libero Ferrario”  
LE IMMAGINI: 
F.C. Parabiago – Casorezzo
LE IMMAGINI (attendere qualche istante il caricamento delle immagini) 

 

 

 

 

post

Juniores 6^ Campionato

« NON SAPPIAMO PIÙ’ VINCERE! »  

In una giornata dal clima prettamente primaverile, si gioca la sesta partita di campionato per i ragazzi guidati dalla panchina da Mister Andrea Tunesi.

Si va a giocare a San Vittore Olona, contro la squadra locale: partita “sulla carta” semplice, visto che i nostri avversari, in cinque partite hanno ottenuto solo 1 punto, con 7 gol fatti e 18 subiti. Sulla carta una partita “abbordabile” per i nostri ragazzi granata, ma come sappiamo nel calcio… la teoria e le statistiche sono una cosa… e il campo invece dà altri verdetti.

Primo Tempo

I primi 10′ minuti di gioco vede le due squadre giocare prevalentemente a centrocampo, senza alcun tiro in porta degno di nota.

Al 10′ la prima azione in area di rigore del San Vittore Olona, con tanti giocatori nell’area piccola che toccano il pallone e infine la zampata vincente di Rotondi porta in vantaggio il Parabiago.

Il gol però non “apre” una partita abbastanza monotona e poco spettacolare: le belle azioni si contano sulle dita di una mano…
Nessuna delle due squadre riesce ad imbastire trame di gioco, neanche basilari.

Da segnalare, come tiri in porta e azioni, una forte gittata da calcio di punizione del San Vittore Olona, da distanza riguardevole, con la semplice parata del nostro estremo difensore. Da parte granata da un lancio, e con un mezzo pasticcio della difesa avversaria, il nostro attaccante si trova a tu-per-tu con il portiere, che è bravo a restare fermo fino all’ultimo, e respinge di piedi… e la facilissima occasione da gol sfuma. Ancora una volta (come le due partite precedenti) la mancanza di freddezza dei nostri attaccanti non ci porta a segnare un facilissimo gol: questa volta il gol che potrebbe chiudere la partita!

E come nel classico del calcio “gol sbagliato, gol subito”: il San Vittore Olona, con una bella azione (e qualche sbaglio dei nostri centrocampisti e difensori) riesce a trovare l’insperato gol del pareggio!

Dopo pochi minuti, l’arbitro decreta la fine del primo tempo, e si va al riposo sul risultato di 1-1.

Secondo Tempo

Mister Tunesi, cambia subito due pedine all’inzio del secondo tempo.
La partita vede i ragazzi granata più volenterosi, con un buon forcing e possesso palla: purtroppo è tutto sterile, il gioco latita come le occasioni da gol.

Gli orange di San Vittore, cercano il gol in contropiede, e in uno di essi, il loro attaccante si trova (inspiegabilmente!) da solo contro il nostro estremo difensore Rudy Croci, che è bravissimo e si supera per evitare il gol del vantaggio degli arancioni.

Come nel primo tempo, in una azione fotocopia, al 20′ in area piccola, dopo un batti e ribatti è Ingrassia che mette il pallone in rete.

La partita sembra mettersi nei giusti binari, soprattutto quando un giocatore del San Vittore Olona viene espulso dall’arbitro, e così rimangono in campo in 10 e sotto di un gol.

Il Parabiago però non sa approfittare di questo “doppio” vantaggio e ha solo un’altra occasione pericolosa con il nostro attaccante da solo, però da posizione defilatissima, che si fa parare il suo tiro dal portiere.

Il San Vittore Olona cerca il tutto per tutto per trovare il gol del pareggio e su calcio di punizione pericoloso è ancora Croci che la para, ma non trattiene, ma fortunatamente il tap-in dell’attaccante avversario è fuori!

L’arbitro decreta 5 minuti di recupero: il San Vittore Olona è all’assalto, mentre il Parabiago cerca di proteggere il risultato. L’arbitro allontana dal rettangolo di gioco anche l’allenatore della squadra avversaria: il tempo per uscire dal campo verrà recuperato dal Direttore di gara.

L’arbitro controlla l’orologio e ha il fischietto in mano… nell’ultima azione il San Vittore Olona guadagna un calcio d’angolo, che l’arbitro fa battere.

L’area di rigore del Parabiago conta ben 21 giocatori posizionati all’interno (compreso il portiere avversario)! Da questo angolo la parabola trova sul primo palo, poco curato dai nostri difensori!, la testa del giocatore del San Vittore Olona che la gira… e la palla si insacca nell’angolino del secondo palo, senza che nessuno possa intervenire! E’ il gol dell’insperato pareggio per il San Vittore Olona, è il “dramma sportivo” per i granata! L’arbitro fischia subito il fine partita, senza neanche far riprendere da centrocampo.

Commento Finale

Partita grigia, abulica e molle da parte dei giocatori granata.

Molti, troppi!, gli errori individuali e di posizionamento dei giocatori e della squadra.

In attacco, in oltre 95′ minuti, non siamo riusciti ad abbozzare una azione lineare: il gioco è sempre stato confuso e disordinato, mentre in fase difensiva, più delle volte il centrocampo era troppo distante dalla difesa (lasciando scoperta una bella fascia di campo, dove i giocatori avversari si trovavano facilmente) e la difesa, oltre a soffrire, ci ha messo anche del suo sbagliando, come detto in precedenza, sia individualmente che in posizionamenti.

Questa settimana l’MVP della partita lo assegniamo al nostro portiere Rudy Croci, per i molti interventi risolutivi, e sui gol non ha alcuna colpa.

Sicuramente, in settimana, Mister Tunesi saprà riprendere il “bandolo della matassa” e a rimettere tutte le cose al suo posto!

Settimana prossima, si torna in casa contro il Casorezzo, sulla carta un’altra partita “abbordabile”, ma come abbiamo visto oggi, bisogna entrare in campo umili e determinati!

San Vittore Olona-Parabiago 2-2
Formazione Parabiago: Croci, Zotta, Castoldi, Cavallaro, De Cesare, Cigolotti, Susini, Marrale, Rotondi, Colombo, Donatiello. A disposizione: Colli, Anticoli, Arsillo, Bensi, Razzini, Re Depaolini, Sapone, Tarantino, Ingrassia, Subentrati Secondo tempo: Arsillo, Razzini, Re Depaolini, Sapone, Ingrassia

M.A.

Risultati Girone

Classifica

 

 

post

Juniores 5^ Campionato

« PAREGGIO MOLTO, MOLTO STRETTO »  

Si torna a giocare nel nostro “Libero Ferrario” per la quinta giornata di campionato per la squadra Juniores guidata da Mister Andrea Tunesi.

Partita del “riscatto” per i galletti granata dopo la débâcle dello scorso turno: si gioca subito una partita “ostica” contro i “pari punti” del Centro Giovanile Boffalorese, infatti sono terzi in classifica, come la nostra squadra, con lo stesso punteggio dopo le prime quattro giornate.

Clima prettamente autunnale, tribune gremite e campo in perfetto stato (e non è più una grossa novità) per una partita che si attende spettacolare e tutta da giocare.

Primo Tempo

Partono subito forte i granata e dopo pochi minuti, da calcio di punizione, è il difensore Anticoli che la colpisce di testa in area di rigore e la indirizza verso l’angolino opposto: la palla transita davanti alla riga di porta, ma nessun attaccante è lesto nel tap-in vincente e la palla finisce di poco a lato.

Il Parabiago fa la partita e tutta la squadra granata è alla ricerca del gol del vantaggio, i gialli del Centro Giovanile Boffalorese si affacciano poche volte verso la nostra area di rigore, sempre ben controllati da una attenta difesa.

I tiri del Parabiago verso la porta sono numerosi, a volte pericolosi, a volte meno, ma a metà tempo abbiamo l’ennesima occasione gigantesca da gol: l’attaccante lanciato dalle retrovie si trova da solo davanti al portiere, ma il tiro è di poco fuori.

Di contro, i gialli di Boffalora non sono mai pericolosi, e l’unico tiro “telefonato” verso la porta è ben controllato dal nostro portiere.

Il monologo del Parabiago è continuo, ma il gol non arriva: si prova da destra, da sinistra, al centro, ma i tiri a volte sono imprecisi o troppo precipitosi… e anche davanti soli al portiere si riesce a sbagliare!

Il primo tempo finisce con una netta superiorità dei galletti granata, con molto possesso palla, molti tiri, di contro i ragazzi di Boffalora, non sono mai pericolosi e sempre ben controllati, ma il risultato finale della prima frazione è di parità a reti inviolate.

Secondo Tempo

Il secondo tempo inizia con un leggero predominio dei gialli del Centro Giovanile Boffalorese, ma le azioni di attacco sono sempre ben frenate dai nostri ragazzi granata.

Al 12′ l’ennesima azione dei gialli di Boffalora, vede il loro forte attaccante, sempre ben gestito dai nostri difensori, entrare in area di rigore e affrontare un “uno contro uno” il nostro centrale: il tiro “a giro” verso la porta è immediato e la palla si insacca, senza che il nostro portiere possa intervenire: nell’unico micro errore, siamo severamente puniti!

La squadra granata non si demoralizza, anzi riprende il pallino del gioco e ricomincia il predominio territoriale.

Dall’ennesimo lancio in attacco, un altro nostro attaccante si trova davanti ai 7 metri della porta da solo contro il portiere, ma anche stavolta la palla va fuori di poco.

Mister Tunesi inizia “la girandola ” delle sostituzioni, inserendo nuovi attaccanti (rientra anche Rotondi dall’infortunio), sperando che qualcuno, finalmente, sia lucido da fare gol, ma a turno anche gli altri attaccanti si trovano a “tu per tu” con il portiere: chi la “spara” alta, chi invece tentenna e vuole scartare il portiere…. e la palla non ne vuole sapere di entrare… a volte è sfortuna… ma a volte basterebbe un po’ più di freddezza e una giocata semplice (anche di punta!) e non cercare il gol bello a tutti i costi!

Si arriva con il vantaggio del Centro Giovanile Boffalorese al 90′ della partita, con il Parabiago che ha fatto la partita, ma non è riuscita a finalizzare tutto il gioco creato.

Ultimi assalti disperati alla ricerca del pareggio: proprio al 90′ l’arbitro decreta un calcio di punizione a metà campo verso la parte destra, come al solito, la punizione la batte il nostro difensore Anticoli: tutta la squadra è in area di rigore, l’arbitro fischia… breve rincorsa… gittata al fulmicotone meravigliosa all’incrocio dei pali: il portiere la tocca, la palla entra… è il gol del pareggio!
I ragazzi granata esultano in campo senza capire chi ha insaccato il gol del meritato pareggio: noi lo diamo ad Anticoli, non abbiamo visto tocchi di giocatori granata, sicuramente il portiere avversario tocca la palla ma non trattiene… (Alla fine, nel referto arbitrale, il nostro gol è per l’arbitro un autogol NdR).

Nei 4′ minuti restanti di recupero decretati dal Direttore di gara, il Centro Giovanile Boffalorese si butta in attacco, ma viene fermato dai nostri giocatori, compreso un netto fuorigioco del loro attaccante, che tira in porta anche se l’arbitro fischia molto prima del suo tiro (e da lì le varie proteste di rito).

La partita finisce dopo un calcio di punizione dei gialli: un pareggio che per i ragazzi granata va molto stretto.

Commento Finale

Sicuramente una bella partita, vibrante, emozionante e giocata a viso aperto.

Da parte nostra, possiamo rinominare questa breve cronaca “la sagra del gol sbagliato“: abbiamo avuto oltre cinque occasioni nette per far gol (senza contare altre numerose occasioni), ma in un modo o nell’altro siamo riusciti a sbagliare!!!

Anche la settimana scorsa abbiamo raccontato i numerosi gol sbagliati: sicuramente il nostro Mister Andrea Tunesi e il suo staff (il vice Antonio Predoti e il Mental Coach Antonio Mariano) sapranno, in settimana, valutare la situazione e prendere le giuste contromisure.

Per il resto, abbiamo una buonissima difesa: attenta, arcigna, concentrata e, molto importante, che si aiuta a vicenda. Un buon centrocampo che attacca con rabbia e tanta forza e dà una buona mano alla difesa (finché le forze sorreggono, infatti negli ultimi 20 minuti della partita, alcuni elementi faticano a rientrare e la difesa deve da sola “sbrogliare le matasse”).
Infine, l’attacco e gli attaccanti: lavorano tanto in fase di copertura, si fanno trovare puntuali fino ai sedici metri… purtroppo, la mira di questi tempi non è delle migliori…. ma più che mira, come abbiamo detto, si eccede nella ricerca del “golazo” spettacolare… Sicuramente, verranno tempi migliori!

Come al solito MVP (Most Valuable Player) della partita: anche in questo match si sceglie tra i tre della linea di difesa granata (Anticoli, De Cesare e Castoldi), e come la scorsa settimana l’MVP è Alessandro Anticoli: questa settimana gioca da centrale destro e non ultimo di difesa, dalla sua parte non passa mai nessuno, dà una grossa mano in fase di costruzione del gioco, serve almeno quattro assist agli attaccanti, mettendoli per almeno due volte davanti alla porta da soli, e alla fine “tira fuori dal cilindro” il tiro da dove nasce il nostro gol del pareggio!

Questo pareggio “muove” la classifica e si rimane terzi a pari punti del Centro Giovanile Boffaolrese, anche se ora la prima, Ossona, è a 5 punti e la seconda, Castanese, è a 3 punti, il campionato è molto lungo, e soprattutto, insidioso… non bisogna mai sottovaluatre nessuno e restare umili.

Prossima partita in trasferta contro il San Vittore Olona.

Parabiago-Centro Giovanile Boffalorese 1-1
Formazione Parabiago: Croci, Anticoli, Castoldi, Cavallaro, De Cesare, Cigolotti, Susini, Marrale, Razzini, Airaghi, Ingrassia. A disposizione: Colli, Bensi, Colombo, Marchese, Re Depaolini, Rotondi, Sapone, Tarantino, Donatiello, Subentrati Secondo tempo: Colombo, Marchese, Re Depaolini, Rotondi,

M.A.

Risultati Girone
parabiago-calcio-juniores-risultati-5-giornata

Classifica
parabiago-calcio-juniores-classifica-5-giornata

 

post

Juniores 4^ Campionato

« PRIMO STOP »  

Fine settimana autunnale dal clima estivo, per la quarta giornata di campionato per la squadra Juniores guidata da Mister Andrea Tunesi.

Giochiamo a Castano Primo, contro la Juniores della Castanese, squadra, data dai pronostici, papabile come una delle pretendenti alla vittoria finale del girone.

Il match si svolge nel campo 2 (a fianco del centrale) dei nero-verdi: campo molto piccolo e senza tribuna, dove gli spettatori devono vedere la partita in piedi dietro la rete di recinzione oppure con una sedia che gentilmente il bar mette a disposizione! Diciamo che per una squadra (intendiamo la Prima Squadra) che gioca nella categoria Eccellenza, non è una bellissima immagine, anzi! Non vogliamo immaginare quando il tempo sarà brutto e con pioggia…

Primo Tempo

La partita parte subito con ritmi molto elevati: le due squadre giocano a viso aperto per conquistarsi i preziosi 3 punti messi in palio.

Anche se il possesso palla è leggermente superiore per la Castanese, le due squadre si equivalgono e le difese non concedono nulla agli attaccanti: marcature attente e maglie strette!

La partita è molto combattuta, ma i tiri in porta sono pochissimi e quei pochi per nulla pericolosi.

Primo vero tiro in porta alla mezz’ora da parte della Castanese: gittata da fuori area che vede la pronta respinta di pugni del nostro portiere Croci, la palla però rimane al centro area di rigore, ma è lesto il nostro centrale Anticoli a spazzare per non correre rischi.

L’effettiva ed unica, per il primo tempo, occasione da gol è però nei piedi dell’attaccante del Parabiago che sfrutta una incertezza del difensore avversario per involarsi solo davanti al portiere: sembra un gol facile facile, con il portiere ormai battuto, ma il nostro attaccante pensa quei due secondi in più per come deve colpire la palla…. e il tiro va fuori di poco!

Il primo tempo finisce con uno zero a zero, molto combattuto.

Secondo Tempo

Seconda frazione che vede subito la squadra nero-verde imporsi a centrocampo, ma la partita ha lo stesso andamento del primo tempo, il Parabiago non rischia nulla, grazie alla difesa concentrata su ogni azione.

La svolta della partita avviene a circa al 15′: attaccante del Parabiago lanciato a rete e fallo del difensore della Castanese. Espulsione per il nero-verde e calcio dal limite per i galletti granata.

Il tiro dal limite non ha alcun effetto, mentre l’espulsione dovrebbe avvantaggiare i granata per la superiorità numerica.
Invece, l’inferiorità numerica “esalta” i nero-verdi, che raddoppiano le forze, mentre per i nostri ha un effetto contrario…

Il forcing della squadra di Castano è molto prepotente, il nostro centrocampo (anche in superiorità numerica), fa fatica a contenere le giocate nero-verdi, fortunatamente la difesa tiene, ma deve purtroppo capitolare dopo un’azione di calcio d’angolo, dove la Castanese trova il vantaggio.

Mister Tunesi, come suo solito, inizia a “mischiare le carte” in campo con vari assetti e con l’introduzione di nuovi giocatori freschi, alla ricerca del gol del pareggio.

Il Parabiago non ci sta a perdere questa partita, anche se in maniera molto disordinata, riesce confezionare tre limpide palle gol e a prendere un palo in una di esse, a portiere battuto, e nella conseguente ribattuta a porta vuota il nostro attaccante centra l’unico difensore che protegge la linea di porta…. Sicuramente la fortuna non è dalla nostra parte!

Gli ultimi 10′ minuti vede il Parabiago all’arrembaggio con tutti i giocatori alla ricerca del pareggio, la Castanese difende con i denti il gol del vantaggio e riparte in maniera rapida in contropiede, dove, sempre, in superiorità numerica ha la meglio delle maglie granata e trova altri due gol per arrotondare il punteggio.

Il triplice fischio finale decreta la fine di questa bella partita.

Commento Finale

Sicuramente un punteggio che punisce eccessivamente la nostra squadra e non rispecchia il vero andamento della partita: il riasssunto pratico è che la Castanese ha avuto tre occasioni da gol e ha “monetizzato” il tutto, mentre il Parabiago con cinque occasioni, non è riuscita a portare in casa un solo gol!

Per la prima sconfitta stagionale (dopo quattro vittorie e un pareggio tra Campionato e Coppa Lombardia), non bisogna fare dei drammi eccessivi, ma è sicuramente un campanello d’allarme da non sottovalutare!

L’unica “vera critica” che vogliamo porre alla squadra è che deve riprendere quell’umiltà che l’ha contraddistinta fino ad ora: in superiorità numerica non bisogna dimezzare le energie pensando che la partita “scivoli” facilmente dalla nostra parte!

Sicuramente Mister Tunesi e il suo valente Staff, in settimana, sapranno analizzare la partita e porre rimedio con allenamenti specifici.

Per la classifica: l’Ossona rimane in testa solitario, mentre la Castanese passa al secondo posto, e noi scivoliamo al terzo posto assieme al Centro Giovanile Boffalorese, che ospitiamo settimana prossima nel nostro “Libero Ferrario”.

Come al solito, la nota di merito a questa partita: tutta la nostra linea di difesa (fino all’arrembaggio finale, dove tutto è saltato alla ricerca del gol del pareggio), ha giocato una buonissima partita, dove questa volta si è contraddistinto il nostro centrale Alessandro Anticoli (nella foto), ultimo baluardo ad arrendersi della difesa.

Formazione Parabiago: Croci, Zotta, Castoldi, Cavallaro, Anticoli, Cigolotti, Susini, Marrale, Colombo, Razzini, Ingrassia. A disposizione: Colli, Airaghi, Arsillo, De Cesare, Donatiello, Marchese, Nebuloni, Re Depaolini, Sapone, Subentrati Secondo tempo: De Cesare, Donatiello, Marchese, Re Depaolini

M.A.

Risultati Girone
parabiago-calcio-juniores-risultati-4-giornata

Classifica
parabiago-calcio-juniores-classifica-4-giornata

post

Juniores 3^ Campionato

« VITTORIA TRANQUILLA »  

Giornata ultra estiva per le terza di campionato per i galletti granata guidati da Mister Andrea Tunesi.

Dopo due vittorie consecutive (e da imbattuti da inizio anno), ospitiamo in casa i giallo-rossi dell’Antoniana di Busto Arsizio, che arriva nel nostro “Libero Ferrario” da due sconfitte consecutive per 3-0 in campionato.

Come detto, clima molto estivo (oltre 30° e grande afa), per essere l’ultimo giorno di estate.

Primo Tempo

Primi dieci minuti di studio per le due squadre, dove il gioco “ristagna” prettamente a centrocampo.. Il Parabiago cerca di prendere le “misure” degli avversari, ma non è precisa nell’ultimo passaggio.

Al 15′ del primo tempo dalla prima vera percussione dalla sinistra, Susini dopo un dribbling vincente, con un tiro secco mette in rete.

Il gol del vantaggio dà subito tranquillità alla squadra, che poco dopo costruisce il raddoppio: sempre da sinistra Susini con un gesto molto altruistico, passa al centro per l’accorrente attaccante, che però manca il pallone, fortunatamente è lesto Cavallaro ad insaccare il secondo gol.

La manovra del Parabiago è fluida, sfrutta sia l’ampiezza che la profondità, creando sempre dei pericoli ogni volta che si affaccia in attacco.

Di contro l’Antoniana, non crea alcun pericolo in attacco: l’attento e concentrato trio difensivo dei granata non concede proprio nulla agli attaccanti avversari e l’unico tiro in porta, in tutto il primo tempo, è un colpo di testa “telefonato” della punta, dove per il nostro portiere è una facilissima presa.

L’andamento della partita è in discesa per i galletti e ben presto arriva il terzo gol, che in realtà è una autorete dopo un cross sempre dalla sinistra.

L’Antoniana si getta in maniera confusa in attacco in cerca del gol che potrebbe riaprire la partita, ma lascia ampi spazi che i nostri sfruttano alla perfezione e così arriva il quarto gol di Razzini, con un passaggio di Cavallaro che taglia tutta la difesa, e poi il quinto gol in contropiede con un bellissimo pallonetto da fuori area di Colombo che scavalca il povero portiere avversario.

Il doppio fischio dell’arbitro, manda le squadre a rinfrescarsi.

Secondo Tempo

La ripresa vede subito l’Antoniana “agguerrita” in cerca del gol della bandiera, mentre i nostri, forti di cinque gol di vantaggio, entrano in campo un po’ rilassati, infatti nel giro di pochissimi minuti, l’Antoniana effettua i suoi primi veri tiri verso la nostra porta, ma è anche sfortunata perché prende prima la traversa e poi in una seconda occasione il palo.

Il gol della “bandiera” però è nell’aria e arriva puntualmente da un perfetto calcio di punizione dal limite.

Il gol subito è uno “schiaffo” per la nostra squadra che si ricompatta e grazie a qualche aggiustamento tattico di Mister Tunesi e l’entrata in campo di forza fresche, i galletti ricominciano a macinare gioco… Ma è il “festival” del gol “mangiato”: riusciamo a sbagliare l’impossibile!

Invece, l’Antoniana non riesce più a creare nulla, sempre ben controllata dalla squadra granata.

E tra l’ennesima occasione sprecata e belle triangolazioni, la godibilissima partita volge a termine.

Commento Finale

Una partita che ha visto un ottimo Parabiago, soprattutto nei primi 45′ minuti: il lavoro settimanale si è visto in campo e il gioco migliora di partita in partita.

L’Antoniana, come abbiamo sottolineato, a parte i nostri 5 minuti di rilassamento del secondo tempo, non ha mai creato pericoli: l’ottima e fisicatissima punta centrale (veramente brava, soprattutto, in fase di appoggio come “centro boa” di attacco) è sempre stata ben controllata da Anticoli, con poi gli altri difensori centrali, Zotta e Castoldi, a dar man forte con diagonali perfette e grande attenzione. Ottimo lavoro difensivo anche per i nostri due esterni, Donatiello e Susini: due “stantuffi” inesauribili sulla propria fascia di competenza.

Centrocampo che ha visto il trio Marrale, Cigolotti e Cavallaro creare moltissimo e con gran qualità, ma dare un forte aiuto in fase difensiva.

Duo d’attacco, Colombo e Razzini, pronti a “pungere” e i primi a difendere.

Inoltre, il nostro portiere, Croci, nel primo tempo, mai chiamato in causa, mentre nel secondo tempo, il subentrato Colli, ha effettuato buone prese su calci d’angolo.

Infine, ottimo impatto alla partita per i giocatori subentrati nella ripresa (Marchese, Re Depaolini, Sapone, Ingrassia)

In definitiva una squadra che ha difeso da “squadra” e che ha attaccato con idee e lucidità.

L’unico neo è il gol subito e i primi 5 minuti del secondo tempo, dove i ragazzi sono “rimasti” con la testa negli spogliatoi… Ma la reazione è stata buona, peccato per i gol mancati.

Ora, però, non bisogna montarsi la testa e lavorare in settimana ancora più duramente perché la prossima partita è in trasferta contro la temibile Castanese!

MVP di questo match è Christian Susini, una vera spina nel fianco per i difensori avversari, ma anche ottimo in fase di copertura e difensiva… la fascia sinistra è stata sua per tutti i 90′ minuti

Formazione Parabiago: Croci, Zotta, Castoldi, Cavallaro, Anticoli, Cigolotti, Susini, Marrale, Colombo, Razzini, Donatiello. A disposizione: Colli, Arsillo, Marchese, Re Depaolini, Sapone, Ingrassia, Airaghi. Subentrati Secondo tempo: Colli, Marchese, Re Depaolini, Sapone, Ingrassia.

M.A.

Risultati Girone

parabiago-calcio-juniores-risultati-3-giornata

Classifica

parabiago-calcio-juniores-classificai-3-giornata

 

post

Juniores 2^ Campionato

« 3 PUNTI CON RISULTATO ALL’INGLESE»  

Seconda giornata di campionato per i galletti della Juniores di Mister Andrea Tunesi.

Si gioca in trasferta contro il Legnarello, squadra incontrata pochissimi giorni fa nel primo turno di Coppa Lombardia e battuta 3-1.

Il campo di gioco è il famoso “Pino Cozzi” di Legnano: campo in perfette condizioni, tempo bello ma con molta afa, tribuna, come al solito quando gioca la Juniores, con molti sostenitori.

Primo Tempo

Parabiago che prende subito il pallino del gioco, fa molto possesso palla, ma non crea occasioni importanti, i tiri sono sempre imprecisi o molto deboli, facili per il bravo portiere del Legnarello.

Il Legnarello non si rende mai pericoloso, tirando verso la porta due o tre volte, ma sono più allegerimenti che tiri convinti.

Secondo Tempo

La pausa per “rinfrescarsi” (sia fisicamente, sia per le idee di gioco), fa bene alla squadra granata, che parte subito all’attacco e dopo pochissimi minuti, da una percussione sulla fascia sinistra di Colombo, al difensore avversario, non resta che “stenderlo” a terra per fermare la sua corsa verso la rete: l’arbitro decreta il calcio rigore.
Il rigore viene tirato da Colombo… ma il portiere para il debole tiro, ma Susini (come nella partita di Coppa Lombardia), è lesto nella respinta a ribadire in rete!

La partita vede sempre la nostra squadra in possesso palla, ma le occasioni “vere” sono ancora poche, di contro il Legnarello è sempre ben fermato dall’attenta difesa granata.

Il match diventa più interessante verso la fine, quando le squadre si “allungano”: il Parabiago cerca il gol della sicurezza, mentre il Legnarello gioca tendenzialmente in contropiede, saltando il centrocampo, ma come detto in precendenza, la difesa è sempre vigile e i ragazzi “in giallo” del Legnarello non creano grosse preoccupazioni al nostro estremo difensore.

A pochi minuti dalla fine, nell’ennesima azione costruita, Cavallaro, con un tiro da fuori area, riesce ad insaccare il gol che chiude definitivamente le ostilità.

Commento Finale

Partita che ha visto un impressionante possesso palla da parte del Parabiago, ma dobbiamo sicuramente migliorare alcune fasi di gioco, come la creazione di più occasioni da gol.

Bisogna anche dire che si è gocato con una grande afa che non ha aiutato tutti ragazzi in campo ad esprimersi al meglio.

Considerata la partita dei tre difensori, che non hanno mai fatto rischiare nulla al nostro portiere, nominiamo MVP del match, il difensore Gabriele Castoldi, bravo in alcuni recuperi.

Staff Tecnico Juniores 2018-2019

Lo Staff Tecnico Juniores 2018-2019 con il Vice Presidente Duilio Tunesi: da sinistra, Antonio Mariano (Mental Coach), Antonio Predoti (Vice Allenatore), Mister Andrea Tunesi, Dino De Cesare (Dirigente), Duilio Tunesi (Vice Presidente Parabiago), Francesco Di Bello (DS Juniores)

 

Formazione Parabiago: Croci, Zotta, Castoldi, Cavallaro, Anticoli, Re Depaolini, Donatiello, Marrale, Colombo, Airaghi, Susini. A disposizione: Colli, Arsillo, Marchese, Nebuloni, Razzini, Sapone, Trevisan. Subentrati nel Secondo Tempo: Arsillo (per Susini), Marchese (per Re Depaolini), Razzini (per Colombo), Sapone (per Marrale

M.A.

 

post

Juniores Coppa Lombardia

« RETI INVIOLATE »  

Seconda partita di Coppa Lombardia per i ragazzi di Mister Andrea Tunesi. (nella foto)

Dopo la bella vittoria contro il Legnarello nel primo turno, ospitiamo nel nostro “Libero Ferrario” la Dairaghese.

Partita importante e cruciale per il passaggio al prossimo turno di Coppa Lombardia.

Primo Tempo

Partita che iniza con notevole ritardo rispetto alle 20.30 previste.

Primi 20′ minuti molto contratti da entrambe le parti e gioco che non decolla e “ristagna” a centrocampo.

La Dairaghese al 25′ crea la prima (e unica in tutta la partita) occasione: da un calcio di punizione, l’attaccante incrocia bene il colpo di testa in area di rigore, con il pallone che passa tutta la porta, dove nessuno, fortunatamente per noi, interviene, e la palla finisce fuori (c’è anche da dire che il nostro portiere segue con lo sguardo la traiettioria della palla pronto ad ogni evenienza).

Pian piano il Parabiago cresce, tirando in porta qualche volta senza però essere pericolosa, ma al 40′ riesce a creare una vera occasione da gol, mettendo l’attaccante davanti alla porta… ma purtroppo calcia contro il portiere…

Primo tempo che finisce al “piccolo trotto”.

Secondo tempo

La partita inizia subito con un “piglio” diverso per i nostri, che riescono a prendere le redini del gioco: anche se la partita non è molto spettacolare, rusciamo a creare ben quattro occasioni nitide da gol che purtroppo sprechiamo malamente.

Inoltre, da calcio di punizione, a portiere battuto, il legno della traversa blocca il bel tiro di Cavallaro.

Mister Tunesi vuole far sua la partita e cerca in tutti i modi “la svolta”, sia cambiando giocatori che assetto di gioco, ma questa sera il pallone non vuole proprio saperne di entrare in rete.

Da parte della Dairaghese, gioca questo secondo tempo solo in rimessa e contropiede, ma sono sempre ben controllati da una difesa attenta e precisa e non impensieriscono mai il nostro estremo difensore.

Partita che alla fine finisce a reti inviolate.

Commento Finale

Partita non troppo spettacolare, forse i ragazzi granata hanno risentito sia della forte afa della serata, sia delle fatiche della pirotecnica partita di campionato.

Tuttavia anche se “contratti” la poca precisione o la fretta di far gol ci ha impedito di passare in vantaggio.

Con questo pareggio, ora per passare il turno dobbiamo aspettare la partita di martedì prossimo tra Legnarello e Dairaghese.

Parabiago-Dairaghese: 0-0
Formazione Parabiago:
Croci, Zotta, Castoldi, Cavallaro, Anticoli, Cigolotti, Susini, Marrale, Razzini, Airaghi, Colombo. A disposizione. Berardi, Arsillo, Donatielo, Marchese, Nebuloni, Re Depaolini, Sapone, Tarantino Entrati nel Secondo Tempo: Donatiello, Re Depaolini, Marchese, Arsillo

M.A.